Monsignore Domenico Dottarelli, sin dall’inizio della sua missione pastorale a Sant’Eusebio, nutriva il desiderio ardente di un rinnovamento che desse alla parrocchia il volto autentico di Chiesa Popolo di Dio e come comunità di fede, formata dai sacerdoti e da fedeli che vogliono vivere il proprio sacerdozio battesimale nell’esercizio dell’amore di Dio al servizio ai fratelli. Una Chiesa che vive in mezzo alle case dei suoi figli, sì da formare la “Famiglia” di Dio.

Il progetto della “Grande Famiglia” inizia il 13 maggio 1953 composta dalle Sorelle consacrate dell’Opera Mater Dei (già fondata il 13.10.1948), da laici, uomini e donne, sposati o no, giovani, adulti ecc., che intendono rispondere in e con Cristo Sacerdote alla propria vocazione: Ecco io vengo per fare, o Dio, la tua volontà” (Eb.10,7). Sotto la protezione materna della Madre di Dio vogliamo rispondere come Lei: “Eccomi, sono la serva del Signore: si compia in me la tua Parola” (Lc.1,38)

Sin dall’inizio il Gruppo definito allora “Cooperatori dell’Opera Mater Dei”, trova un aiuto speciale nell’Opera per la propria perfezione cristiana attraverso un’adesione profonda a Gesù Sacerdote e alla vita della Madre di Dio, oltre a cooperare, nei limiti consentiti dal proprio stato, alle finalità dell’Opera stessa. I Fondatori si dedicarono con dedizione alla loro formazione: con conferenze, meditazioni, guidandoli conforme agli ideali della “Grande Famiglia”.

Tale Gruppo mantenne il suo impegno lungo tutta la vita dei Fondatori attraverso varie forme di collaborazione, sostenendo le opere caritative a favore dei più bisognosi nell’Opera, collaborando nel silenzio nella  comunità parrocchiale, mettendo in pratica il desiderio di Maria Bordoni, che nel testamento del maggio 1977, ribadisce: “amatevi tanto, tantissimo! E amate tutti! Dovete essere una Grande Famiglia”.

Dopo la conclusione della vita terrena dei Fondatori, questo patrimonio spirituale passò nelle mani del P. Tarsicio Piccari, (OP) e prese il nome di “Famiglia Mater Dei” (FMD).

L’11 novembre 1978 si tiene a Sant’Eusebio, presso l’Altare dell’Addolorata, il primo incontro della FMD, incontro ove si prega il santo rosario, che fino ad oggi non è mancato il primo sabato del mese. Intanto nuovi gruppi si costituiscono in altre regioni d’Italia e altre nazioni.

I membri della FMD partecipi della spiritualità sacerdotale, ecclesiale e mariana dell’Opera; gli insegnamento del fondatore Domenico Dottarelli- Amano la Chiesa Parrocchiale, la considerano luogo privilegiato dove si svolge il Sacerdozio di Cristo, e dove viene trasformata in preghiera e oblazione ogni opera di apostolato per essere offerta alla Santissima Trinità. Facendo vita ciò che afferma l’apostolo Pietro: “Ma voi siete la stirpe eletta, il sacerdozio regale, la nazione santa, il popolo che Dio si è acquistato perché proclami le opere meravigliose di lui che vi ha chiamato dalle tenebre alla sua ammirabile luce” (1Pt 2,9).

Per questo, oltre ad essere vicini alla vita dell’Opera nelle sue varie espressioni, continuano a svolgere il loro apostolato nelle rispettive famiglie, parrocchie, nei vari impegni: ministri straordinari dell’Eucaristia, animatori liturgici, corsi prematrimoniali, catechisti, incontri di preghiera in famiglia. In attività sociali si opera: in centri di ascolto, nel gruppo Caritas, nell’assistenza ai fratelli diversamente abili.

In Italia, durante l’anno si svolgono incontri formativi per gli appartenenti alla Famiglia presso la Casa Centrale di Castel Gandolfo. Negli ultimi anni la conclusione dell’anno, si vive fine settimana presso una parrocchia, aperto a tutte le persone del luogo. Le testimonianze, i momenti di preghiera e di condivisione, sono di aiuto per una crescita spirituale personale e comunitaria.

All’inizio di ogni anno si stende un calendario – che racchiude l’itinerario formativo, inviato poi ai responsabili dei vari centri, sulla base del quale si articoleranno gli incontri locali, mentre le iniziative di apostolato nell’ambito delle parrocchie sono esaminate e attuate secondo le diverse situazioni ed esigenze sociali della Chiesa locale.



Famiglia Mater Dei in Lima - Perù

Nel 1979 le sorelle e con l’appoggio del p. Tarsicio Piccari OP, giunti a Lima – Perù, si dedicano a diffondere la spiritualità dell’Opera tra le persone che conoscono, così, nasce la Famiglia Mater Dei, i cui membri vivendo la dimensione sacerdotale del proprio battesimo testimoniano con le opere la loro fede cristiana.

Fede che si fa vita nel vissuto quotidiano e nell’impegno pastorale delle parrocchie, affiancando in tutte le opere al parroco in cura d’anime.

La formazione secondo la spiritualità dell'Opera la ricevono dalle sorelle presenti nel posto. Itinerario che ha come obietivo cercare la santità con l'aiuto della Madre di Dio per diventare, santi come Gesù ci chiede nella vita concreta. Papa Francesco chiama i “santi della porta accanto”. Per esempio, “i genitori che crescono con tanto amore i loro figli, gli uomini e le donne che lavorano per portare il pane a casa, i malati, le religiose anziane che continuano a sorridere”.


downloadPENSIERO AL GIORNO - Pedagogia delle piccole cose


 

 

Puoi contribuire anche tu ai nostri progetti facendo una donazione.

Un piccolo gesto per un aiuto concreto

Dona ora

  • pubblicazione canale video
  • gallery area riservata

tasto newsletter

Top
L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie. Maggiori dettagli…