Spiritualità

24 Luglio 2017
(0 Voti)

OPERA MATER DEI

L’Opera Mater Dei (OMD) è un Istituto religioso cattolico di diritto diocesano fondato dal sacerdote parroco, Mons. Domenico Dottarelli e della giovane laica Maria Bordoni, il 13 ottobre 1948.

 

SPIRITUALITÀ

  1. SACERDOTALE

La vita vissuta in dimensione sacerdotale nell’Opera Mater Dei, consiste in rispondere alla chiamata evangelica (Mt 19,21) di Gesù Sommo Sacerdote unico mediatore (1Tim 2,5-6). Il fondatore dell’OMD Mons. Dottarelli, nelle “Linee Programmatiche” nel 1937, insegnava: 

  • L’anima sacerdotale si educa sacerdotalmente.
  • L’anima sacerdotale prega sacerdotalmente.
  • L’anima sacerdotale agisce sacerdotalmente.
  • L’anima sacerdotale mette a frutto la sua vita interiore, intellettuale e tutta se stessa e manifesta la sua operosità consacrandosi a Dio per servire la Chiesa locale.

Nell’Opera Mater Dei sotto la guida dello Spirito Santo, ci sforziamo in incarnare l’invito di Gesù: “SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO È SANTO”. (Mt 5, 48). Pertanto, vogliamo vivere con spirito eminentemente sacerdotale l’offerta continua di noi stessi (cf. Rm 12,1): con purezza, con umiltà, obbedienza e gioia, prima con l’azione interiore, in seguito con quella esterna, per la gloria di Dio e la salvezza dell’umanità (il fondatore 1937).

  1. ECCLESIALE

La Chiesa, però, non è solamente un corpo edificato nello Spirito: la Chiesa è il corpo di Cristo! E non si tratta semplicemente di un modo di dire: ma lo siamo davvero! È il grande dono che riceviamo il giorno del nostro Battesimo! (Papa Francesco, Udienza Generale, Mercoledì, 22 ottobre 20142014

I membri dell’Opera Mater Dei, consapevoli di essere parte attiva del Corpo di Cristo, vivono il sacerdozio battesimale impegnandosi ad amare e servire la Chiesa Universale. Sentire con il Sacerdozio è sentire con la parte più nobile della Chiesa nella fedeltà al Santo Padre, nella collaborazione con il sacerdozio ordinato, assumendo come proprie le necessità pastorali e sociali delle Chiese locali ove sono chiamati.

MARIANA

Nell’Opera Mater Dei, la Madre di Dio è Madre, Regina e Maestra in virtù della sua maternità divina nell’Incarnazione. La Mater Dei (Madre di Dio) ci introduce ed accompagna nell’offerta del Santo Sacrificio della Messa. In questo modo, Lei diventa “mediatrice delle grazie” per la Chiesa e per tutti i battezzati (cf. LG n. 62): “poiché, Maria e stata socia di Cristo nel procurarci la grazia più grande, la redenzione, ovverosia la salvezza, la vita divina e la gloria che non ha fine” (cf. LG 61).

Nell’Opera Mater Dei, ci dedichiamo a conoscere la Vergine Maria, ad amarla a pregarla quale Madre di Dio, Mediatrice a servizio e in unione di Gesù Sommo Sacerdote e Vittima[1]:

“Ciò però va inteso in modo che nulla sia detratto o aggiunto alla dignità e alla efficacia di Cristo, unico Mediatore. Nessuna creatura infatti può mai essere paragonata col Verbo incarnato e redentore. Ma come il sacerdozio di Cristo è in vari modi partecipato, tanto dai sacri ministri, quanto dal popolo fedele, e come l'unica bontà di Dio è realmente diffusa in vari modi nelle creature, così anche l'unica mediazione del Redentore non esclude, bensì suscita nelle creature una varia cooperazione partecipata da un'unica fonte. La Chiesa non dubita di riconoscere questa funzione subordinata a Maria, non cessa di farne l'esperienza e di raccomandarla al cuore dei fedeli, perché, sostenuti da questa materna protezione, aderiscano più intimamente al Mediatore e Salvatore.”

Tutto ciò che favorisce questa devozione deve essere, cercata e amata. Oltre la meditazione frequentissima e giornaliera sulla Madonna, l’anima consacrata a Dio reciterà il breviario, il rosario con quella cura che può metterci una figlia, meditandone i misteri e recitando bene le preghiere vocali (il fondatore 1938).

CARATTERISTICHE

       Le sorelle dell’Opera Mater Dei, si chiamano “Piccole Figlie della Madre di Dio”, dopo la prima incorporazione (consacrazione) portano un segno esterno: una catenina al collo con la Medaglia della Madonna Addolorata e un Crocefisso. Non portano nessun abito religioso, vivono in vita comune, familiare e fraterna con semplicità: ispirata alla Famiglia di Nazareth.

LA MISSIONE

       Gesù dice: “Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura”. Nell’Opera Mater Dei quest’invio di Gesù è espresso in questo motto: “TUTTE LE ANIME CI APPARTENGONO”.  “La missione è dare la parte migliore della propria anima a vantaggio delle anime; … voi dovete essere madri, madri spirituali, … Gesù nel Vangelo dice: “Chi è mia madre, e chi sono i miei fratelli?” E stesa la mano verso i suoi discepoli, disse: “Ecco mia madre, e i miei fratelli, perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, questi mi è fratello, sorella e madre”. (Mt,12, 48- 49; Lc, 8,21) (il fondatore 1938).

Obiettivo della missione

  • Formazione dei laici, affinché siano collaboratori efficaci e corresponsabili nella missione della Chiesa locale.
  • Rispondere all’urgenza di “… ricuperare le motivazioni dottrinali e il senso del valore profondo, mistico, spirituale, soprannaturale della Santa Messa”[2].
  • Collaborare con i sacerdoti nella pastorale della Chiesa locale.
  • Diffondere l’amore della Madre di Dio.
  • Diffondere la pietà del Rosario.

A CHI AIUTA QUESTA SPIRITUALITÀ?

Il Magistero della Chiesa, insegna che: “Lo Spirito Santo mentre affida alla Chiesa Comunione i diversi ministeri, l'arricchisce di altri particolari doni e impulsi, chiamati carismi” CFL, n. 24)[3].

La spiritualità dell’Opera Mater Dei è un cammino per tutti quelli che vogliono iniziare l’imitatio Christi.

Alla luce della teologia del sacerdozio di Cristo l’imitatio Christi (imitazione di Cristo) del battezzato, comporta che tutti i credenti, nella potenza dello Spirito Santo offrano l'autoblazione sull'esempio dell'autoimmolazione espiatrice e vicaria di Cristo, e si offrano totalmente al servizio di Dio Padre, per la salvezza del mondo e al servizio del mondo; per l'avvento del Regno nella realtà sociale e storica[4]. Questo risponde alla massima perfezione cristica, universalmente valida per tutti i credenti chiamati alla perfezione sacerdotale, in Cristo vero Dio e vero Uomo: “Fatevi dunque imitatori di Dio, quali figli carissimi, e camminate nella carità, nel modo che anche Cristo vi ha amato e ha dato se stesso per noi, offrendosi a Dio in sacrificio di soave odore”(Ef 5,1-2).

L’Opera Mater Dei, aiuta a tutti i cristiani a prendere coscienza personale e comunitaria dell’azione redentrice e santificatrice di Cristo, nella realtà o stato specifico della propria vita: la famiglia, il lavoro, la professione, chi si consacra totalmente al Signore; chi segue Gesù Buon Pastore nel ministero ordinato al Popolo di Dio; chi in modo specifico, parte per annunciare Cristo a quanti ancora non lo conoscono in una missione Ad Gentes.

 

[1] LG. n. 62: “Per questo la beata Vergine è invocata nella Chiesa con i titoli di avvocata, ausiliatrice, soccorritrice, Mediatrice.

[2] Giovanni Paolo II, Lettera Apostolica, Dies Dominis, Città del vaticano, Roma 31.05,1998

[3] Giovanni Paolo II, Esortazione Apostolica Post-Sinodale, Christifideles Laici, Su Vocazione E Missione Dei Laici
Nella Chiesa e nel Mondo, Roma, presso San Pietro, il 30 dicembre, 1988.

[4] J. Esquerda Bifet, Spiritualità sacerdotale, p. 43; cf. Cf. A. Vanhoye, Il mistero del Verbo incarnato, pp.27-30; cf. G. Cavagnoli, Sacerdozio battesimale, p. 398. 

Lascia il tuo commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Puoi contribuire anche tu ai nostri progetti facendo una donazione.

Un piccolo gesto per un aiuto concreto

Dona ora

  • pubblicazione canale video
  • gallery area riservata

tasto newsletter

Top
L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie. Maggiori dettagli…