Domenico Dottarelli

09 Marzo 2018
(0 Voti)

Mons. Domenico Dottarelli  (1888-1974)

Nasce a Roma il 27 luglio 1888. Adolescente entra nel Seminario Minore Romano e il 6 luglio 1913 è ordinato sacerdote; all’indomani celebra la Prima Messa nella chiesa di S.Apollinare.

Nominato Assistente del Seminario Minore Romano, nel 1917 diviene Assistente al Collegio Urbano di Propaganda Fide e nel 1918 Vicerettore del Seminario Maggiore Romano; quindi entra nel Vicariato di Roma come Ufficiale del Tribunale.

Il 15 agosto 1930 è nominato parroco di S. Lorenzo in Damaso, il 19 agosto 1931 diviene parroco di Sant’Eusebio all’Esquilino; P.zza Vittorio Emmanuele. Dopo alcuni anni di esperienza pastorale Mons. Dottarelli, inserito intimamente del senso ecclesiale della sua missione che attingeva la sua forza dalla fede nel Cristo Sommo Sacerdote e da una particolare pietà verso Maria SS.ma che presentava come “Colei che compie al Calvario il Suo sacrificio insieme a quello di Gesù”, matura il progetto di animare la parrocchia come comunità ecclesiale attraverso una maggiore partecipazione dei laici alla missione di apostolato della Chiesa in collaborazione con i ministri ordinati. Si tratta di una ispirazione carismatico-profetica per esercitare il sacerdozio comune ricevuto nel battesimo e che troverà più tardi la sua piena espressione ufficiale nel Concilio Vaticano II. Interprete di tale ispirazione e promotrice delle iniziative parrocchiali fu Maria Bordoni, la sua anima vibrava in sintonia con lo spirito di amore sacerdotale che ardeva nel cuore del Parroco. Queste due anime, unite nel disegno di Dio, superano ogni difficoltà e, guidati dalla Madre di Dio, il 13 ottobre 1948 fondano a Loreto l’Opera Mater Dei.

Nel febbraio 1966 Mons.Dottarelli lascia la parrocchia di Sant’Eusebio e prende possesso del beneficio canonicale nella Basilica Liberiana di Santa Maria Maggiore. Dopo aver guidato l’Opera fino all’ultimo giorno di vita, Mons. Dottarelli il 12 luglio 1974 entra nella Casa del Padre.

23 dicembre 2016.- Rientrano in Casa Centrale di Castel Gandolfo i resti mortali del Fondatore monsignore sacerdote Domenico Dottarelli il 23 dicembre 2016 dopo l’estumulazione[1] e sarà accuratamente messa insieme al loculo della SdD Maria Bordoni.

[1] L'esumazione è il dissotterramento dei resti mortali dalla fossa; l'estumulazione è il dissotterramento dei resti mortali dal loculo. Avvengono in via ordinaria per scadenza dei termini di sepoltura (di norma dopo 10 anni nel caso di inumazione, 50 anni nel caso di tumulazione). 


Lascia il tuo commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Puoi contribuire anche tu ai nostri progetti facendo una donazione.

Un piccolo gesto per un aiuto concreto

Dona ora

  • pubblicazione canale video
  • gallery area riservata

tasto newsletter

Top
L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie. Maggiori dettagli…